martedì 17 gennaio 2012

Paris jour 5:Capodanno parigino


Domenica 1 Gennaio: dopo una sveglia alle otto e mezza che nessuna di noi ha sentito e quindi posticipata alle dieci, siamo andate al Museo dell'Orangerie, il famoso museo che contiene le ninfee di Monet, e poi ci siamo dirette verso il centro, facendo un altro giretto lungo gli Champs Elysées fino al Grand Palais, luogo di molte sfilate di Chanel. A proposito di Chanel, durante i giretti perditempo siamo andate in Rue Cambon, la sede della boutique principale che è bellissima: voi ci siete mai stati?
Dopo Rue Cambon e l'alta moda francese abbiamo provato ad andare ai Giardini del Lussemburgo arrivando ahimè troppo tardi per poter entrare (ma ci siamo rifatte un paio di giorni dopo!)
Consiglio per chi di voi decide di andare a Parigi e tra le cose da vedere ha messo anche l'Orangerie: portatevi la musica da ascoltare. Adesso vi spiego perchè: quel museo è stato costruito, o meglio le sale delle Ninfee sono state costruite appositamente da Monet, e prima delle due sale con le opere d'arte egli aveva progettato anche un'ala di "decompressione", una stanza ovale in cui fermarsi un attimo e lasciarsi dietro le spalle la città caotica prima di addentrarsi tra le calme ninfee del suo giardino a Giverny. Ebbene, anche se vige la regola di non parlare, c'è sempre un brusio che nella contemplazione di quelle meravigliose opere d'arte ho notato dare proprio fastidio: quindi portatevi il vostro lettore MP3 e come sottofondo alla vostra visita ascoltate qualcosa di lento e soft, una rilassante melodia al pianoforte e godetevi, come foste lì, la bellezza sconvolgente della campagna francese.
Sperando come sempre di essere stata d'aiuto a presto :)











2 commenti:

  1. Parigi è una città splendida piena di storia e cultura... Ci torno ogni volta volentieri...
    Robi

    RispondiElimina
  2. Parigi è stata meravigliosa è splendida, è nel futura ancora meglio!

    RispondiElimina

A ♥ in return of your time.