mercoledì 16 aprile 2014

Notti di gala


Gala. Un venerdì, uno dei tanti. Uno dei pochi in cui non ho lavorato, e la serata alternativa me la sono scelta bene.
In lungo, come mi piacerebbe che fossero più spesso le feste- perché va bene il mini dress e la musica che ti stordisce, ma ogni tanto gustare un divertimento più raccolto e quasi d'altri tempi è sempre affascinante.
Una cena alle otto, una scalinata con un tappeto cremisi, ragazze in abito da sera e capelli freschi di parrucchiere, ragazzi in smoking che se c'è una cosa dannatamente sexy nella vita per me è il papillon sciolto a fine serata.
Bicchieri che fanno rumore durante i brindisi- numerosi- e che vengono vuotati in fretta, risate, discorsi ufficiali, camerieri in divisa bianca e candelabri sui tavoli. Un bar, un terrazzino annebbiato dal fumo di sigari e sigarette, i tacchi che fanno rumore sul pavimento in parquet, gli scialli e la seta delle stole che svolazza e scivola dalle spalle.

Seta che scivola come quella del mio vestito, il primo lungo fino ai piedi ma come sempre cucito da Daniela (e dovete solo aspettare di vedere cosa ho in progetto per la mia festa di compleanno), bravissima e velocissima: perché in un paio di giorni, tra un pranzo di pesce e l'altro è riuscita a farmi innamorare di nuovo. Di lei e di ciò che crea.

Infine un grazie anche alla dolcissima Livia che, come tutte le padrone di casa che si rispettino, durante questa festa meravigliosa non si è seduta neppure un attimo per assicurarsi che ogni persona fosse a proprio agio, girando tra i tavoli con il suo favoloso abito rosso, esattamente come lei: bello, acceso e brillante.



















Dress: thanks to Daniela Colò
Shoes: Primark
Lipstick: Sephora 
Earrings: Primark






venerdì 4 aprile 2014

Someone Said That, volume secondo.



"The most beautiful clothes that can dress a woman are the arms of the man she loves.
 But for those who haven't had the fortune of finding this happiness, I am there."

Yves Saint Laurent


All suited up. Perché se la mattina ci è concesso indossare la sua camicia con niente sotto, non vedo perché non possiamo indossare lo smoking la sera. La camicia stavolta ce la possiamo anche dimenticare a casa, ci portiamo dietro solo le scarpe.
Uno smoking da indossare sulla pelle, calda, come l'abbraccio di un uomo, che io un po' di tempo fa ne ho conosciuto uno a cui piacevano proprio tanto questi abbracci.
Perché talvolta uscire dalla doccia e infilare pantaloni e giacca è quasi semplice come buttarsi addosso jeans e tee bianca. Qualche passata di mascara e una di rossetto rosso se vogliamo, telefono e chiavi- anche se speri non ti servano per stanotte.
La sensualità di un abito che più maschile non si può adattato e cucito sul cuore e sul collo di una donna, scoperti come le gambe in questi primi caldi giorni di primavera.

Bianco, nero. Perché gli opposti si attraggono. Bianco morbido, nero strutturato. 
Rosso se avete smesso di ascoltare quello che dice la gente e di curarvi dei giudizi altrui, sopra la pelle di Biancaneve o quella baciata dal sole.
Una goccia di profumo appena sopra i bottoni, a profumare ma non a coprire. La voglia di uscire e cercare: un'amica, un amore, un vodka Martini.


In fondo è venerdì e oggi la notte è più lunga rispetto agli altri giorni.




















domenica 30 marzo 2014

Oh my Dior!

Perfume Valentino. Lipstick Chanel. Vintage necklace and floral earrings.
Mise en Dior inspired earrings bought at Vanitas.

Mise en Dior. Dopo settimane passate a guardarli in vetrina, ieri mi sono fatta un regalo. Ho ceduto ad uno dei trend di questa stagione con il bijoux del momento: quello di Dior (o quasi).








domenica 9 marzo 2014

I am feeling good up there


New York New York, does it feel right? Come le domeniche di sole, calde, rilassate, quelle in cui leggi al sole e non pensi a niente.
Come i baci, quelli dati bene, quelli da Hollywood, quelli che ti fanno fare tardi perché non riesci a smettere.
Come le canzoni che ti fanno viaggiare veloce, che ti mettono di buonumore e ti portano in altri posti, con un altro spirito.
Come le sere in cui lavori fino alle tre di notte, in cinque minuti ti cambi e vai a ballare- perché se vuoi farmi felice portami a ballare e fai pure quello che vuoi, se vuoi, tanto mi ritroverai esattamente dove mi hai lasciata: sulla pista.
Come questo sole che ti fa venire voglia di mettere via tutti i vestiti neri, grigi e blu per indossare il rosa zucchero filato, l'azzurro cielo, il verde menta e il giallo limone. Questo sole che ti va venire voglia di mare e di estate, di gelati e di corse lunghe un'ora.
Come questi momenti in cui sono felice.

Poco importa se domani è lunedì e ci sono i 100 giorni alla maturità e quindi il treno per Pisa sarà affollatissimo.
Buona domenica.









venerdì 14 febbraio 2014

Ti sei dimenticata il dessert.


Niente panico. Ti salvo la vita in mezz'ora neanche.

(per 4 tortini)

Accendi il forno a 200 gradi, statico.
100 grammi di cioccolato fondente.
100 grammi di burro (ti pareva..).
75 grammi di zucchero.
30 grammi di farina.
2 uova.

Sciogli in una casseruola a bagno maria la cioccolata insieme al burro. 
Nel frattempo imburra e infarina 4 stampini in alluminio e posizionali sopra una teglia.
Quando cioccolata e burro sono sciolti togli la casseruola dal fuoco e butta dentro zucchero, farina e uova.
Si, nello stesso recipiente perché non hai tempo perché sei in ritardo.
Mescola bene, versa negli stampini e spera che il forno sia già caldo.
Nel caso contrario rimetti a posto e pulisci, perché non te lo vorrei ricordare ma sei in ritardo.
Invece è caldo? Allora inforna per 10 minuti.

Quindi adesso hai dieci minuti per farti una doccia lampo o darti una velocissima passata di smalto.

Passati i dieci minuti tira fuori i dolcetti dal forno e lasciali raffreddare un pochino.
A quel punto capovolgi, sforma, una spolverata di zucchero a velo, una fragola o una fetta d'arancia et voilà!

Il dessert è servito.

E adesso buon San Valentino


Preheat oven at 200 degrees C.

100 grams dark chocolate.
100 grams butter.
75 grams sugar.
30 grams floor.
2 eggs.

(makes 4 little chocolate cakes)

Put the chocolate and the butter in a bowl and cook in a bain-marie.
Meanwhile grease with butter 4 moulds.
When chocolate and butter are melted incorporate sugar, floor and eggs. 
Stir until the ingredients are combined.
Fill the moulds and place in the oven for 10 minutes.
Let cool for about 5 minutes.
To be served with a dredge of icing sugar and strawberries to decorate.

Et voilà!













Ps: don't forget to follow me on Istagram @vittoriagallacci ♥